Film: Montage of Heck

Home Forum Forum nirvanaitalia.it Film: Montage of Heck

  • Questo topic ha 1 risposta, 24 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 9 anni fa da Luigionio.
Stai visualizzando 15 post - dal 481 a 495 (di 498 totali)
  • Autore
    Post
  • #41754
    Rixx
    Partecipante

    Ah beh. Ma inserire costoro non è mai stato nelle intenzioni dell’autore,per cui meglio lasciar perdere… Figurati poi Buzz,che sono anni che nelle interviste continua a spalare merda su quel “fallito” del suo ex amico (spalare merda per modo di dire,visto che quella di Buzz è chiaramente una condanna all’abuso di droghe pesanti,visto come hanno ridotto Kurt). Né va a suo vantaggio che abbia sempre parlato male di Courtney. Insomma,che Buzz fosse mai candidato alla presenza nel film lo escludo categoricamente…Sugli altri due,mah. In effetti Dylan non si è mai sbottonato,ma a quel punto ha molto più senso la presenza di Tracy che lo ha amato ed ha convissuto con lui per tre anni. Cosa doveva raccontare Carlson? Delle volte che passavano il tempo a sbusarsi e a sparare coi fucili? Anche no,grazie…

    #41818
    Sappy
    Moderatore

    Rixx – 14/12/2015 21:06

    Ah beh. Ma inserire costoro non è mai stato nelle intenzioni dell’autore,per cui meglio lasciar perdere… Figurati poi Buzz,che sono anni che nelle interviste continua a spalare merda su quel “fallito” del suo ex amico (spalare merda per modo di dire,visto che quella di Buzz è chiaramente una condanna all’abuso di droghe pesanti,visto come hanno ridotto Kurt). Né va a suo vantaggio che abbia sempre parlato male di Courtney. Insomma,che Buzz fosse mai candidato alla presenza nel film lo escludo categoricamente…Sugli altri due,mah. In effetti Dylan non si è mai sbottonato,ma a quel punto ha molto più senso la presenza di Tracy che lo ha amato ed ha convissuto con lui per tre anni. Cosa doveva raccontare Carlson? Delle volte che passavano il tempo a sbusarsi e a sparare coi fucili? Anche no,grazie…

    Dylan però era grande amico (di droga) di Kurt ico02 comunque nel film hanno messo scene di curzio strafatto, figuriamoci se avesse scandalizzato qualcuno un racconto…idem per Dewitt. Carlson non si è mai sbottonato negli anni…

    #41755
    Rixx
    Partecipante

    Dimentichi “Kurt & Courtney”….dove si vocifera Dylan venne pagato profumatamente.
    Comunque,se non si è mai sbottonato troppo,i motivi possono essere due:
    1) troppo fatto per ricordare.
    2) troppo fatto per avere qualcosa di dignitoso da menzionare.

    Comunque,nel film non ci sono scene particolarmente crude. Kurt viene mostrato strafatto,ma c’è il contrasto di quella che dovrebbe essere una normale scena da tipica famiglia (il taglio di capelli della figlia) ,altrimenti che fosse stato semplicemente stanco (come lui asseriva) poteva anche essere (scenicamente) credibile.
    Non è che nel si spinga così tanto su particolari sordidi. A tutto c’è un limite: sarebbe davvero interessante sentire un cosiddetto amico intento a snocciolare aneddoti da eroinomani? Se ‘sto film fosse stato Trainspotting,sì. Altrimenti,stikazzi.

    #41938
    Luigionio
    Moderatore

    Dopo un’ulteriore visione, reputo Montage of Heck superfluo di 30 minuti. Il resto è una riuscitissima messa in scena del mondo visto da Cobain e dei suoi tormenti e malesseri molto ben realizzato (mi rovina la giornata ogni volta). Eliminando le interviste, sarebbe uscito un film artistico riuscitissimo.

    #41756
    Rixx
    Partecipante

    Quindi Luigionio cosa intendi per i 30 minuti che elimineresti ? Ti riferisci proprio alle interviste? (in un certo senso sì,rovinano un pò l’insieme del progetto…forse una voce fuori campo sarebbe stata sufficiente per unire gli spezzoni e dare coesione alla storia)

    #41939
    Luigionio
    Moderatore

    Rixx, le interviste saranno pure interessanti, ma non indispensabili. Il più delle affermazioni sembrano costruite e non spontanee…mamma Cobain in primis. Dunque si! Senza tutte quelle interviste sarebbe un’opera riuscita in tutto. Ogni volta che lo vedo mi fa stare male perché riesce a farti rivivere quei malesseri di Kurt. Ora che ci penso, avrei tagliato anche parecchi filmati intimi verso la fine.

    #41757
    Rixx
    Partecipante

    Non hai tutti i torti . E sì che Morgen aveva intenzionalmente ristretto il cerchio degli intervistati solamente a coloro che lo conoscevano meglio!! Ma è vero,le risposte sembrano costruite. Però,come avresti legato il tutto? Un filo conduttore -in questo caso,le interviste- ci vuole,altrimenti non si sarebbe capito niente. Quale alternativa avresti preferito?

    #41940
    Luigionio
    Moderatore

    E’ vero, specialmente all’inizio servono per raccontare la sua infanzia. Però sono troppo misere. L’ideale sarebbe stato quello di utilizzare la voce di Cobain, quella di About a son. Prendi la narrazione presente in MOH, quella in cui racconta di aver quasi fatto sesso con la ragazza ritardata e il momento in cui tenta il suicidio sui binari…la sua narrazione e le animazioni sono fenomenali. Un ritmo perfetto.

    #41941
    Luigionio
    Moderatore

    A proposito…ma non era prevista una versione estesa del film? Ricordo che si accennò qualcosa…

    #41758
    Rixx
    Partecipante

    luigionio – 9/4/2016 21:13

    A proposito…ma non era prevista una versione estesa del film? Ricordo che si accennò qualcosa…

    Ehm…sei rimasto un pochettino indietro. ico08 L’edizione “estesa” è quella uscita su cofanetto lo scorso novembre e solo per il mercato americano (anche se penso sia facilmente reperibile su amazon). Nel bluray destinato unicamente a tale box set (dal costo proibitivo) sono presenti 48 minuti di estratti di interviste come extra (quindi slegate dal film).

    Io l’ho già detto e lo ripeto: il modo migliore per farsi un’idea VERAMENTE completa è quello di comprarsi il libro (e questo E’ stato pubblicato anche in italiano) , dove sono presenti tutte le interviste nelle loro trascrizioni integrali.
    Non c’è altro modo,perché il poco che viene detto nel film è lacunoso e inutile per comprendere la vita artistica,interiore e pubblica di Cobain per come viene raccontata dagli intervistati.

    #41620
    Kurt74
    Amministratore del forum

    e’ arrivato anche il mio momento di vedere questo film/documentario

    ho visto il primo tempo, fino a smells, mi piace. Mi piace tanto.
    Non concordo col voler eliminare le interviste, le ritengo utili, ben fatte. L’unica insopportabile e’ la mamma, davvero falsa. Addirittura la matrigna ne esce meglio quando ammette che forse e’ stata anche colpa sua.
    Se c’e’ una vera colpevole quella e’ la madre, lei ha voluto divorziare, non il padre, lei ha distrutto la famiglia, lei ha cacciato via per la prima volta Kurt di casa.

    #41942
    Luigionio
    Moderatore

    Vero! Persino Courtney mi pare sincera, anche se i dubbi sorgono sempre. La sorella Kim mi vien voglia di abbracciarla ogni volta… La madre recita spudoratamente un copione, anche se tutto quello che dice è “cinematograficamente perfetto”. Il padre e la matrigna si assumono le loro colpe in maniera sincera. Stesso discorso per Tracy e Krist.

    A proposito di Tracy. Ma avete notato che il pupazzo somigliante a Kurt che Tracy gli regala riappare nei video successivi in mano a Courtney, ignara che quel pupazzo fosse un regalo del precedente amore? “Kurt, questo pupazzo ti somiglia realmente tanto!” e lui sfuggente risponde: “C’è l’ho da un sacco di tempo!”. Credo che sia stata una trovata geniale inserire questo particolare nel film.

    #41621
    Kurt74
    Amministratore del forum

    l’ho notato anche io il pupazzo, pero’ a me l’impressione e’ stata che la fotografia al pupazzo di Tracy sia stata fatta in quel momento, cioe’ che lei lo ha ancora, e che quindi quello poi che aveva courtney era un secondo pupazzo.

    Ho visto con piacere che hanno messo anche un pezzetto da Tunnel, si sono ricordati della Rai 🙂

    Interessante il testamento, dove lui indica a chi vuole lasciare la figlia, non sapevo che esistesse, ed alla fine c’e’ scritto che lui e’ contrario al dare in affidamento la figlia a suo padre Don ed alla suocera. Non ho mai letto nulla sulla suocera, la mamma di Courtney. Si sa qualcosa ? perche’ non le piace ?

    Alla fin fine e’ stato un ragazzo sfortunato e non amato da nessuno, e questo ti distrugge, c’e’ poco da fare, specialmente se sei empatico come lo era Kurt

    #41759
    Rixx
    Partecipante

    Kurt74 – 12/4/2016 23:11
    Interessante il testamento, dove lui indica a chi vuole lasciare la figlia, non sapevo che esistesse, ed alla fine c’e’ scritto che lui e’ contrario al dare in affidamento la figlia a suo padre Don ed alla suocera. Non ho mai letto nulla sulla suocera, la mamma di Courtney. Si sa qualcosa ? perche’ non le piace ? [/quote]

    Perché la famiglia di Courtney era disfunzionale tanto quella di Kurt,se non peggio. La madre non è mai stata nelle grazie di Courtney e di conseguenza non lo era in quelle di Kurt.
    La bozza del testamento era già nota dai tempi della biografia di Charles Cross. A quanto pare Kurt ne scrisse parecchie (dovrebbe esserci qualcosa pure sui Diari pubblicati) ma non firmò mai nulla né tanto meno passò mai dal notaio.
    Sostanzialmente, in caso di dipartita di entrambi i genitori Frances sarebbe dovuta essere affidata alla madre e alla sorella di Kurt,le uniche due donne in famiglia di cui si fidava. Non la voleva in mano al padre (probabilmente era ancora ferito dal ripudio a causa del secondo matrimonio di lui) e se anche Wendy e Kim fossero morte piuttosto l’avrebbe affidata a Danny Goldberg (il suo manager…) e Rosemary Carroll (proprio colei che per prima ebbe dei dubbi sulla morte di Kurt…) .

    Quote:
    Alla fin fine e’ stato un ragazzo sfortunato e non amato da nessuno, e questo ti distrugge, c’e’ poco da fare, specialmente se sei empatico come lo era Kurt

    Beh,tutti hanno delle colpe ma non si può nemmeno dire che la famiglia lo abbia lasciato solo. E’ rimasto in contatto con madre e sorella fino all’ultimo (mandandole pure a quel paese,quindi semmai era lui a volersi isolare) . Don ha tentato più volte di entrare nelle sue grazie nel gennaio ’94,spingendosi a cercarlo nella sua casa a Seattle (ma lui era sempre fattissimo e non si faceva trovare apposta) …. Diceva di odiare il nonno ma poi andava a trovarlo. Una situazione contorta,ma ha fatto tutto lui. E’ stato lui ad allontanarsi,e in gioventù è stato sempre lui a diventare intrattabile fino a farsi cacciare da tutti. Voleva tornare dalla madre e fu accontentato (peccato che poi si fece cacciare). La madre lo rispedì dal padre e per un pò funzionò,ma poi Don si risposò e a quel punto Kurt fece di tutto per farsi cacciare ancora.
    Lo stesso fece con tutti quelli che gli volevano bene,trattandoli male apposta per avere una ragione per distanziarsi (almeno secondo come Cross dipingeva la faccenda). In tutto questo,aggiungeteci palate e palate di droga pesante (e l’eroina di certo non invoglia ad abbracciare la vita…) . Non mi stupisco che abbia deciso di farla finita,e non comprendo chi sostiene il contrario.

    #41622
    Kurt74
    Amministratore del forum

    Dal punto di vista del fan è difficile ammettere che è il proprio idolo ad aver torto, che è tutta colpa sua.
    Nel libro dicevi si chiariscono meglio le posizioni ?
    Rimane, secondo te, tutta sua la colpa della propria disgraziata condizione ?

Stai visualizzando 15 post - dal 481 a 495 (di 498 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.