“l’abito non fa il monaco”

Home Forum Forum nirvanaitalia.it “l’abito non fa il monaco”

  • Questo topic ha 38 risposte, 13 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 13 anni, 2 mesi fa da Aya.
Stai visualizzando 9 post - dal 31 a 39 (di 39 totali)
  • Autore
    Post
  • #18053
    cech84
    Partecipante

    …tranquilli…i miei capelli sono rimasti lunghi… ico03 li ho solo spuntati poco poco..mi ha detto pure la parrucchiera…tu li hai belli cosi lunghi, tiu stanno bene lunghi e un peccato tagliarli ico08

    #18054
    cech84
    Partecipante

    ok ora ho scoperto pure quando mi son tagliato i capelli l’ultima volta!!! ico03

    cmq…le ragazze “cambiano” e la mente fa lo stesso.

    nell’arco di 2 anni (2007 se non erro) ho imparato che se devo piacere a una persona devo essere semplicemente me stesso, inutile vestirmi “bene” o “male” perchè anche se mi vesto “male” sto “bene” dentro di me!!

    I capelli sono ormai cresciuti, parecchio anche, sono l’unico ragazzo di traghettis che ha i capelli lunghi. l’unico che si veste “alla cazzo” perchè appunto io sono me stesso, negli anni ho imparato a eliminare le paranoie e le seghe mentali e ascoltare un po anche me, non solo gli altri. Io sono così.

    In paese il trio delle meraviglie che si ritrova sempre all’iron ha avuto un dialogo con la barista, che stava dalla nostra parte:
    Senza creare gelosie (sorry aya ma te l’ho già raccontata a voce questa…non linciarmi!!)La barista fa : non sopporto quei fighetti del paese che vengono da me a dirmi che mettere, infradito a vestirmi bene…noi l’abbiamo rassicurata e detto che fanno così con tutti purtroppo. La cosa negativa è che “credono di rimorchiare” a pieno così ben curati e tutto…quando noi tre sfigatelli detto in senso positivo possono (gli altri due ico08 )avere tutte le ragazze che vogliono. Siamo un gruppo magari con idee politiche diverse, vestiti alla cazzo con magliette di gruppi, capelli lunghi o “particolari” come modo di fare, ma noi siamo sinceri e non approfittiamo mai delle ragazze, come molti in paese che sono veramente non dico stronzi…ma…vogliono avere (o averle) tutte loro..anche quelle più “piccole” di loro, lasciando a bocca aperta senza niente i giovani 20enni del paese. Anche come gruppo intendo…la cosa assrda senza cerare gelosie è stato il pensiero di tutti e tre: “pensate se nel nostro trio si aggiunge una quarta, una ragazza che ascolta il nostro genere e si veste come noi, non per farle il filo semplicemente come amica…e loro le fanno il filo e lei preferisce stare con noi…sarebbe stupendo!!!”

    Sta di fatto che cmq in 2 anni sono cambiato e ho imparato non che l’abito non fa il monaco ma che devo saper ascoltare me stesso. E valutare la cosa. poi il resto vien da se…

    Verrà il giorno dove noi rocker del paese ci vestiamo bene per un’occasione importante del comune dove tutti son vestiti bene..andremo da loro e li guarderemo dall’alto in basso dicendo “beh..siete vestiti come tutti i giorni!!” (questa la barista, e non ha tutti i torti!)

    (oggi sono tornato a casa per strada con i pantaloni calati e il costume da bagno per esempio…nessuno non mi ha detto niente…le macchine che passavano però…rallentavano ico08 ico05 )

    #18065
    Aya
    Partecipante

    Ma perchè dovrei linciarti?? Anzi, è bello leggerti, soprattutto le tue colorite espressioni ico02
    Direi che sei cresciuto ed hai capito benissimo, come poca (ma buona ) gente che hai attorno che i valori sono altri, pochi ma buoni. ico01
    Non che non lo sapessi prima, ma ora avendo vissuto molte cose sulla tua pelle ed avendoci sbattuto il tuo bel musetto hai capito a fondo che un bel ” e chissene” vale + di tanto altro e si vive meglio ico01 ico01 ico02

    #18032
    Anonimo
    Ospite

    Sapete, invece, cosa vi dico, a due anni di distanza?

    Vi dico che l’abito FA il monaco. Me lo ripeteva sempre il mio prof di filosofia al Liceo, quando spiegava Nietzsche, e già allora gli davo un po’ ragione. Adesso, però, gli credo davvero. L’abito FA il monaco, lo fa eccome. E secondo me per capire è necessario cambiare il punto di vista e osservare la questione al negativo, come si faceva con le pellicole fotografiche.

    IL NON-ABITO FA IL MONACO.

    Mi spiego. Personalmente, non ho un modo di vestire univoco. Magari mi vedete un giorno uscire quasi in pigiama per andare a comprare il pane, sotto casa mia. Un altro mi vedete coi tacchi a spillo, l’altro ancora coi jeans rotti o con quelli a zampa o con gli stivali fighi o con le magliette dei gruppi o con la camicia rifinita o con la giacca dei pirati (sì, ho una giacca -bellissima- che sembra appena uscita dai film con johnny depp e vorrei tanto avere un paio di pantaloni neri a zampa coi draghi rossi come quelli di jimmy page). E la scelta dei vestiti non segue le occasioni (a meno che non si tratti di cerimonie, in quel caso mi tocca fare la donna fino in fondo e mettermi “il vestito buono”), ma la voglia o la s-voglia di stare a pensare a cosa mettere. Il sostrato che sta alla base di questo rapporto col vestiario, però, è comune: di solito si dice che attraverso le scelte estetiche si cerca di affermare la propria identità all’interno di un gruppo più vasto di persone. Ma questo credo che possa valere per quando si è adolescenti e l’immagine che si propone di sé arriva molto prima di quanto di sé si potrebbe dire con le parole (un po’ perchè ancora non si hanno tutti gli strumenti linguistici adatti per esprimersi su se stessi, un po’ perchè ancora non ci si conosce, un po’ perchè magari l’uditorio è composto da idioti – e quindi hai voglia a stare a parlare, ma tanto non capiscono). Oppure può valere per tutti quelli che, attraverso una scelta estetica, hanno bisogno di affermare (a se stessi prima che agli altri) l’APPARTENENZA a un gruppo (un gruppo alla moda, una minoranza “musicale”, ecc..). Hanno bisogno, cioè, di negare la propria identità individuale, che è debole, per sceglierne una di gruppo, all’interno della quale riconoscersi e farsi riconoscere.
    Ora, non credo che questo sia il caso di nessuno di noi. Credo che le nostre NON-scelte in fatto di estetica riguardino la necessità di sancire una NON-appartenenza a nessun gruppo più vasto di persone. Probabilmente perchè abbiamo identità abbastanza ben delineate, che non hanno bisogno di ancorarsi, perdendosi, in identità di gruppo.
    Almeno questo è valido per me. Dal mio modo di vestire si possono capire fondamentalmente tre cose:
    1) Che sono schizofrenica, con personalità multiple;
    2) Che non voglio assomigliare a nessuno ma che spontaneamente dico a tutti che “sono diversa da”;
    3) Che sono io, Sara. E basta.

    …Ok, non sono sicura di essere riuscita a spiegarmi… Spero di sì ico08

    #18064
    DollSteak
    Partecipante

    Io non ho un grande stile.
    Davvero, esistono persone capaci di sembrare fighissime vestendosi assolutamente a caso. Succede, sono tantissimi, due mesi fa abbiamo ospitato delle ragazze francesi nella mia classe e vi giuro che anche con una felpa 4 taglie più grande riuscivano comunque a sembrare uscite dalla factory di andy warhol. bellissime.
    poi ho fatto un esperimento mentale, cercando di immaginare la mia sgraziata figura (a metà tra un rospo e una canna da pesca) con addosso gli stessi vestiti. Praticamente un profugo kurdo.
    Non trovando quindi modo di conoscere le gioie del grunge ne tantomeno quelle della attitudine pariolina (mai provato a trovare un paio di decollete taglia 41? beh ve lo dico io che succede: si ride, si ride assai) finisco per vestirmi a caso ( ossia a c***o).
    Tipo ora, jeans, scarpe da skate e maglia dei sonic youth (con Goo) e la stessa chioma di uno dei Ramones: Sono per questo alternativa? no. Manifesto il mio appoggio/protesta ad una qualche questione sociale? no. Risulto anche lontanamente gradevole? NO! Ci sto bene? TANTISSIMO

    #18033
    Kurt74
    Amministratore del forum

    Vestirsi in un certo modo, in base a cio’ che si sta per fare credo sia giusto ed importante. Ricordo un giorno che tornai da lavoro in giacca e cravatta e mi presenta in piazza dagli amici, vi assicuro che mi sentivo a disagio, eppure io ero quello vestito bene.

    Un monaco e’ giusto che vada vestito da monaco, ma non basta mettersi il chiodo per diventare metallari ico01

    #18055
    cech84
    Partecipante

    iniziano le ricerche per il nuovo lavoro… (eh già, non l’ho messa come novità su di noi ma non mi hanno rinnovato e ora son disoccupato…bella merda!! comportarsi così dandomi pochi giorni di avvertimento..mah…) cmq…

    alla ricerca di offerte allora “un minimo” di ordine ci vuole…fiero della mia camicia alla coreana, senza colletto!! e dei pantaloni beige!! la cosa assurda è che non è mia la camicia, ma di un cugino di mio padre! mi aveva portato taaaaaaa aaaaaaanti jeans vecchi, taaaaa aaaante camicie…e mio padre tutto preso quel giorno mi fa…

    “oh mirko…guarda due camicie alla coreana uguali!!! una tu e una io??eh?? EH??? ico03 ico03 “

    “si…poi le mettiamo per andare in giro insieme e facciamo i gemelli…de vito e swarzenegher… ico05 “

    (le ho tutte io ma sono una figata ste camicie, proprio fuori dal tempo!!)

    però ho stile nella mia stranezza…sarà una vita che non compro vestiti…per cattiveria dicevo a una mia ex.. “ah ma tanto ho il bidone della caritas vicino…”

    tze….quante ne ho sentite…però…

    LE MIE SCARPE DELLA CRESIMA SONO ANCORA VIVEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEE (1999) disfatte ma vive!! e stan bene con tutto ico02

    #18063
    ENDLESS
    Partecipante

    Wow cech, propio sile casual!!! ico03 Continua così che sei il numero 1 ico02
    Non so perchè ma nella mia testa ti identifico sempre come Willie Nelson da giovane ico08

    #18056
    cech84
    Partecipante

    ENDLESS – 4/6/2009 12:20

    Wow cech, propio sile casual!!! ico03 Continua così che sei il numero 1 ico02
    Non so perchè ma nella mia testa ti identifico sempre come Willie Nelson da giovane ico08

    beh numero uno no, diciamo che mi vesto “come zzoca mi pare”, oggi per cercare lavoro ho detto almeno un minimo di decenza…il problema è che sono pigro oggi, o meglio stare a casa mi rende pigro e mi rallenta tutta la mia creatività/voglia di fare..di conseguenza..sono ancora vestito così! (ancora per poco poi vado a cambiarmi, jeans sbregati e maglia del pigiama “born to be basketmaniak” ico03

    willie nelson? grazie…non fraintendere se posto questa foto ma…ci stà! ico14
    a quanto pare secondo endless “cech fra un bel paio d’anni” ico03 (p.s. non ho più la barba eh, l’ho tagliata!!)

Stai visualizzando 9 post - dal 31 a 39 (di 39 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.