Uscito “GRUNGE IS DEAD” in italiano!

Home Forum Forum nirvanaitalia.it Uscito “GRUNGE IS DEAD” in italiano!

  • Questo topic ha 1 risposta, 3 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 10 anni fa da Sappy.
Stai visualizzando 3 post - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Post
  • #2967
    Anonimo
    Ospite

    Oh accidenti,quando l’ho visto in esposizione l’altro giorno quasi non ci credevo.

    Il libro “Grunge is dead” di Greg Prato,uscito negli USA nel 2009 è stato tradotto e pubblicato in Italia!
    Si tratta di un considerevole tomo zeppo di interviste e in pratica ci spiega la storia del Seattle Sound (vabbè,chiamatelo grunge) direttamente dalla bocca di molti protagonisti della vecchia scena. Dagli esordi degli U-Men alla prima compilation locale (Deep Six) e la sua sfortunata gestazione ; dai primi vagiti del talento di Tad Doyle alla fondazione della Sub Pop ; la venuta dei Green River e le differenze di vedute dei suoi membri ; dal successo prima locale e poi internazionale dei Mudhoney alla loro disfatta su major ; dettagli sulla vita (e la morte) di Andy Wood ,e delle sue traballanti ambizioni, dalla bocca di suo fratello ; ovviamente molte considerazioni sull’ascesa,e la caduta,dei Nirvana ; la sfiga degli Screaming Trees ,da interessante gruppo folk-blues alternativo la cui fama è cresciuta negli anni dell’underground ma gestita malamente nel periodo su major,fino allo scioglimento voluto da Lanegan ; molto su Layne Staley ,soprattutto riguardo la triste spirale di tossicodipendenza che l’ha annientato ; immancabile,ovviamente,un ampio capitolo sui Pearl Jam ,e anche i Soundgarden hanno il loro giusto spazio (interessanti gli aneddoti relativi alla loro fine) . Tutto questo e molto di più in Grunge is Dead (qui stampato con una copertina differente dalla versione originale,e che sinceramente trovo bruttina e artificiosa – molto meglio la versione USA con una bella foto live).

    Il consiglio ovviamente è quello di dargli una sfogliata,se vi è possibile,prima di decidere l’acquisto. Questo perchè:

    1) contiene un cifro di info e foto ma costa un botto (ergo: potrebbe valer la pena aspettare che scenda un pò di prezzo) ;
    2) non so se sia stata tagliato qualcosa (vedi thread sul libro “Nirvana The True Story/la vera storia”) o se sia stato tradotto integralmente (presumo di sì,comunque)
    3) Nel 2011 in America è uscito un altro libro “Everybody Loves Our Town”,stesso argomento,differente autore,ma molto molto più voluminoso e comprensivo di ulteriori aneddoti che NON stanno su Grunge is dead. Insomma, la scelta è stata un pò infelice: piuttosto di optare per una stampa italiana di Everebody… hanno scelto il libro uscito prima!! (che ovviamente a confronto diventa obsoleto…) .

    Inutile dire che se l’inglese non rappresenta un problema,la scelta è obbligata: Everybody Loves Our Town è IL libro definitivo sul grunge. Se invece vi fa comodo leggere in italiano,Grunge is Dead è comunque buonissima scelta e ovviamente è consigliato,perchè (parlo dell’originale,mi raccomando) è ben studiato,scorrevole,con un cifro di info inedite e utile per scoprire meglio la storia della scena di Seattle,non solo dai soliti noti ma anche da nomi che hanno contribuito a fondarla per poi distaccarsene.

    Per maggior info,ecco il link di amazon:

    http://www.amazon.it/Grunge-dead-Storia-grunge-Musica/dp/886288138X/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1341254023&sr=8-1

    #37402
    Sappy
    Moderatore

    interessante

    #37403
    Dead Soul
    Partecipante

    Penso che lo comprerò, anche per acculturarmi un po’ di più sul Grunge visto che, in realtà, non sono competente.

Stai visualizzando 3 post - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.